Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Farmaci per l'influenza: effetti indesiderati sottovalutati

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

Generalmente per l'influenza i farmaci non sono necessari. La pubblicità e l'ignoranza spingono ad assumere farmaci spesso inutili, che alleviano i sintomi, ma che fanno correre rischi importanti e possono causare danni poderosi. Sicuramente sono la ricchezza delle aziende farmaceutiche che tendono a far sottovalutare i rischi.

influenza-raffreddoreVediamo un elenco dei pericoli ripresi da un articolo Altroconsumo dei farmaci spesso usati per l'influenza e altre informazioni:

Farmaci per diminuire la febbre

  • Vanno usa­ti eventualmente quando la febbre è alta (39 °C) e mal tollerata. Molti sono a base di paracetamolo, un principio attivo da usare con cautela e alle dosi raccomandate. Assunto in eccesso può provocare danni epatici irreversibili. Quel­lo del sovradosaggio è un rischio concreto, visto che molti farmaci con nomi commerciali diversi lo contengono, per esempio TachifluDec e Zerinol e magari vengono associati incautamente dall'automedicazione.
  • Per il mal di testa, i dolori mu­scolari e il malessere generale i principi attivi più noti sono l’acido acetisalicilico (Aspirina) e Ibuprofene (Moment) e Aulin: antidolorifico tossico per il fegato. Questi analgesici posso­no irritare lo stomaco, causare disturbi digestivi, ulcere e sanguinamento (soprattutto se somministrati a stomaco vuoto).  L’Aspirina non va usata da chi ha meno di 16 anni, a causa del rischio della sindrome Reye, una ma­lattia fatale che colpisce cervello e fegato.
  • Antidolorifici

  • Gocce e spray nasali
 Liberano temporane­amente il naso, ma se usati per più di qualche giorno possono addirittura peggiorare la situa­zione. Sono controindicati per i bambini sotto i 12 anni, per il maggior rischio di effetti indeside­rati: eritemi, eruzioni cutanee, difficoltà respira­toria, rallentamento del battito cardiaco.
  • Sciroppi per la tosse

 In linea di massima non servono: la tosse, quando c’è catarro, è uno stimolo utile per la rimozione del muco dalle vie respiratorie (Tosse grassa, rimedio senza sciroppo e altri farmaci). Attenti alle combinazioni di principi attivi: ci sono sciroppi che contengono una so­stanza sedativa, che sopprime la tosse, e un’altra espettorante (che fluidifica il catarro), che la fa aumentare. Un cocktail assurdo.

  • Vitamina C e altre pastiglie
 Assunta attra­verso integratori o farmaci, non è efficace né per prevenire né per curare raffreddori e influenza. Quanto alle pastiglie antisettiche (disinfettanti) del cavo orale non hanno un effetto dimostrato sul mal di gola.

Antivirali

  •  Sono farmaci con una funzione antivirale specifica, registrati per il trattamento dell’influenza da virus A e B, hanno un impatto molto limitato sulla durata dei sintomi. Secondo alcuni studi, sarebbero in grado di ridurre il decorso dell’influenza di circa un giorno! (Tamiflu efficacia non dimostrata), mentre i benefici sembrano labili, l’incidenza delle complicazioni sono tutt’altro che assodati. Gli antivirali risulterebbero efficaci a patto che vengano assunti entro 48 ore dall’esordio dei primi sintomi. Un tempo molto breve, considerando che bisogna prima capire che si tratti di influenza, e non di un semplice raffreddore (contro cui sarebbero inefficaci). Trattandosi per lo più di nuovi farmaci (Nuovi farmaci antivirali) bisogna considerare che gli effetti indesiderati non sono totalmente conosciuti, oltre al costo elevato e che l'antivirale è generalmente vietato ai bambini. I dubbi sull'efficacia si sommano ai dubbi sugli effetti indesiderati.

Sia che si tratti di influenza, sia che si tratti di virus parainfluenzali è inutile e dannoso assumere antibiotici. Questi, infatti, agiscono contro i batteri e non servono a sconfiggere i virus.

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn