Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Disinfettare e medicare piccole ferite

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 41
ScarsoOttimo 
Disinfettare perfettamente ogni graffio? Non sempre è la cosa migliore. Anzi, l'eccessiva pulizia della pelle non favorisce il processo di cicatrizzazione. Lo indica uno studio dell'università della California di San Diego, pubblicato su 'Nature Medicine', che riabilita i batteri che popolano la superfice della pelle, necessari - secondo i ricercatori coordinati da Richard Gallo - per mantenere l'equilibrio indispensabile alla salute dell'epidermide.

I ricercatori, confermando i dati di altri studi, invitano quindi i genitori a lasciare sporcare i loro bambini, senza preoccuparsi troppo: i loro studio rafforza la tesi che l'esposizione ai microbi durante la prima infanzia aumenta la resistenza dell'organismo alle allergie.

piccola-ferita_200x250I microbi  permettono di prevenire l'infiammazione eccessiva dopo una ferita. In particolare, gli stafilococchi frenerebbero l'iperattività della risposta immunitaria che porta all'infiammazione di graffi e escoriazioni.... Chi lo avrebbe detto?

Come medicare un graffio o una piccola ferita?

Seguendo linee guida più convincenti, basta semplicemente lasciare scorrere acqua corrente fredda. Se la ferita è sporca o tendente all'infezione si può versare acqua ossigenata: l'acqua ossigenata pulisce in profondità la ferita, perché porta in superficie i residui di sporco che non sono stati eliminati con l'acqua.

In alcuni casi può essere utile uno spazzolino morbido o garza per allontanare corpi estranei. Ovviamente tutto deve essere commisurato al tipo di ferita e profondità. Nel caso di ferite profonde e gravi, infatti, bisogna agire con adeguate medicazioni di medici e infermieri.

E' vietato utilizzare alcol o disinfettanti a base di alcol, in vendita in farmacia o anche nei supermercati, questi prodotti, se leggete le stesse indicazioni, servono per disinfettare oggetti che possono venire a contatto con ferite, non sono da utilizzare sulle ferite!

  1. non toccare una ferita con le mani sporche;
  2. non usare materiale sporco per pulire;
  3. non usare cotone idrofilo su una ferita;
  4. non cospargere la ferita con alcol, polveri, pomate o disinfettanti.

Se possibile ed il movimento non ostacola la guarigione, lasciare libera la ferita, senza coprirla con bende, cerotti o pomate. Avere una popolazione di batteri ricca e vitale sulla epidermide previene lo scatenarsi di processi infiammatori. Tenere la pelle troppo pulita è persino controproducente, lo rivela lo studio pubblicato da Nature Medicine.

“L’implicazione davvero eccitante di questo studio è che fornisce una base molecolare per comprendere il meccanismo alla base della famosa ‘ipotesi dell’igiene’, oltre a fornirci nuovi dati finora sconosciuti sul processo di guarigione delle ferite”, spiega Gallo.

La cosidetta ipotesi dell’igiene incolpa gli ambienti troppo ‘asettici’ nei quali si fanno crescere i bambini nei Paesi avanzati, del boom delle allergie, presenti in gran misura nel mondo occidentale. Spiega Mary Ruebush dell’Idaho Rural Health Research Center (USA): “In questo ambiente così lontano da quello naturale, batteri e virus si stanno moltiplicando e mutando a velocità mai viste prima, dando vita a migliaia di ceppi resistenti ai farmaci.”

Fonte: Gallo RL, Lai Y, von Aulock S et al. Commensal bacteria regulate Toll-like receptor 3–dependent inflammation after skin injury. Nature Medicine 2009; doi:10.1038/nm.2062. 

Vedi anche:

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn