Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Regione Sicilia: approvata Legge finanziaria 2010

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 84
ScarsoOttimo 

La legge Finanziaria della Regione è stata approvata alle 13 e un minuto del primo Maggio, dopo una lunga maratona cominciata venerdì mattina alle 10:30. Al momento del voto finale erano presenti 77 deputati, votanti 76. In 51 si sono espressi a favore, 24 i contrari e solo un parlamentare si è astenuto. Approvato, poco dopo, anche il bilancio con 50 voti favorevoli, 26 contrari e un astenuto. Ma già il 10/5/2010 la Legge finanziaria è stata impugnata dal commissario dello Stato per la Regione siciliana.

Vignetta_TremontiFra le principali norme approvate nel corso della notte tra venerdì e ieri: il riassetto delle società partecipate dalla Regione, l'abolizione del ticket sanitario sulla diagnostica e sugli esami di laboratorio per le fasce deboli, l'apertura delle scuole nel pomeriggio nelle aree degradate e a rischio, il piano per consentire ai Comuni di rientrare dai debiti degli Ato rifiuti, l'istituzione delle zone franche urbane, lo stanziamento di 150 milioni di euro per Termini Imerese, l'indennizzo ai viticoltori per i danni della peronospora (malattia letale delle piante causata da protisti). 

  • L'assessore alla Sanità potrà estendere la platea dei cittadini esenti dal ticket sanitario per esami diagnostici ed esami da laboratori di analisi.
  • Via libera a un contributo di 333 euro al mese (per 12 mesi che diventano 24 in caso di soggetti svantaggiati) per ogni nuovo assunto che faranno le aziende che hanno attualmente meno di 50 dipendenti.
  • All'interno delle Zone franche è prevista l'esenzione dal pagamento delle tasse per tutte le attività produttive.
  • Avviata la ripubblicizzazione dell'acqua. L'articolo prevede la rescissione dei contratti tra gli Ato idrici e i gestori privati nel caso in cui non siano stati fatti almeno il 40 per cento degli investimenti annunciati dai privati.
  • Approvati due articoli che aprono le porte alla stabilizzazione immediata di 4.900 precari della Regione. Si tratta dei 4.500 contrattisti e dei 400 catalogatori che in base alla dotazione organica fissata dalla norma a quota 15.606 dipendenti (cioè il fabbisogno della Regione), verrebbero assunti per via amministrativa nelle categorie A e B. Varata nel frattempo la proroga dei 1.400 precari dei Consorzi di bonifica e dei 600 impiegati negli assessorati e dei lavoratori degli sportelli multifunzionali.
  • Aumentano le tasse della Regione. Ottenere una patente costerà dai 15 ai 30 euro in più...
  • Fissato il tetto a 25 mila euro per i compensi degli organi di controllo delle società partecipate e a 50 mila euro per i compensi dei consigli d'amministrazione.
  • Fissato a 250 mila euro il tetto massimo per le pensioni dei dipendenti regionali.
  • Tagliato del 20 per cento il fondo per la promozione delle società e degli enti regionali. Approvati contributi per interventi di somma urgenza dei comuni del Messinese o comunque colpiti da calamità naturali (12 milioni di euro).
  • Cinque milioni di euro sono stati stanziati per le cooperative edilizie che ristruttureranno edifici nei centri storici.

(da: Repubblica) - (Ads Google

Vedi anche:

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn