Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sicilia: nuove regole di esenzione ticket per reddito

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 122
ScarsoOttimo 

ticket-sanitarioCambiano le regole dell'esenzione ticket per reddito. La nuova norma di esenzione è in vigore dal 21 gennaio 2012 e vale sia sulle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale, sia farmaceutiche (cambiano regole per l'esenzione ticket farmaci).

Le nuove regole aboliscono il sistema di esenzione per reddito basato sul calcolo Isee e modellano l'esenzione sull'età e il reddito complessivo del nucleo familiare.

La riforma, pubblicata il 20/1/2012 sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (legge 10/1/2012 n.6), è entrata in vigore il giorno dopo, senza informare preventivamente gli assistiti e i medici prescrittori e prevede che anche in Sicilia si adotti il sistema delle altre regioni italiane.

[Rassegna web salute e ambiente]

P.S. Sicilia: scadenza esenzione ticket per reddito (31/03/2013) prorogata al 30/06/2013

La nuova normativa individua come beneficiari dell'esenzione alla compartecipazione per la spesa sanitaria, in sostituzione del precedente modello Isee, le seguenti categorie:

  1. E01 - età inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro lordi;
  2. E02 - disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
  3. E03 - titolari di assegno sociale (ex pensione) e loro familiari a carico;
  4. E04 - titolare di pensione al minimo con età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, sempre con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

E' prevista una fase transitoria, fino al 30 aprile 2012, in cui i soggetti che ritengono di rientrare tra le categorie esenti potranno ricorrere all'autocertificazione apponendo - all'atto della erogazione della prestazione sanitaria - la firma nell'apposito spazio della ricetta (propria, del genitore o tutore quando prevista). Questo evitarà anche di dover rifare l'impegnativa per esami già prenotati o già prescritti, con un codice di esenzione indicato dal medico prima della nuova normativa.

Consultazione elenchi: gli utenti potranno accertare se il proprio nominativo è contenuto nell'elenco dei soggetti esenti sul Sistema Tessera Sanitaria, richiedendo la verifica al proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta o rivolgendosi al distretto sanitario di appartenenza (ammesso che questi ultimi diano ascolto).

I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, per verificare le condizioni di esenzione del proprio assistito, dovranno utilizzare l'elenco disponibile sul sistema tessera sanitaria (portale Sogei di cui sopra il link) o richiedere l'elenco degli esenti all'Asp competente.

Gli assistiti che non sono inseriti negli appositi elenchi, ma che ritengono di possedere i requisiti per beneficiare dell'esenzione, potranno rivolgersi agli uffici distrettuali dell'Asp muniti della propria tessera sanitaria per rendere una autocertificazione e ricevere il relativo tesserino. Al link seguente è' possibile leggere le istruzioni su come presentare modulo esenzione ticket per reddito.

In un depliant divulgativo, preparato dall’Assessorato alla Salute della Sicilia sono state riassunte le operazioni tecniche che i medici dovranno eseguire (medici di assistenza primaria, continuità assistenziale e pediatri di libera scelta) durante la prescrizione (scarica il volantino divulgativo della Regione Sicilia).

Si conclude così un altro gioco di prestigio di Massimo Russo che, appena un anno fa, quando innalzò la soglia Isee a 11.000, esentando in pratica tutte le famiglie con reddito inferiore a 30.000 euro lordi (moglie e 2 figli a carico), dichiarò con magnificenza "l’ampliamento della fascia di esenzione è uno degli effetti della buona amministrazione della sanità che ha permesso di riqualificare il sistema". Se ne deduce che il netto restringimento della fascia di esenzione (in pratica solo a redditi inferiori a 8.263,31) sia l'effetto della pessima gestione degli ultimi anni.

Commenti

 
0 #28 Ylenia 2012-03-28 12:26
Salve desideravo un informazione se possibile.
Riguarda l'esenzione ticket - regione Sicilia.
Io ho una bimba di 4 anni e il mio reddito non supera i 36.000 euro. Non sono spostata e la bimba è a carico al 50% con il papa'. Nel nucleo familiare mio ci sono io e mia figlia. Ora la bimba è esente ma visto che la percentuale di carico è al 50% bisogna considerare i redditi totali miei e di suo padre o il 50% dei redditi di entrambi? Grazie
Ylenia
Citazione
 
 
0 #27 Ale 2012-02-29 22:42
Citazione tommaso:
Non ho capito,la differenza fra cod.03 e 04.
IO pensionato,ho 59 anni ,moglie ,4 figli a carico e un reddito
di 14850,00€,ci rientro?
grazie

E03 riguarda l’assegno sociale che è l'assistenza erogata dall’INPS a coloro che hanno almeno 65 anni di età e non arrivano a totalizzare un reddito annuo di 5.577 €, che spetta a cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari .
L'assegno è di 429 €, pari a 5.577 € l'anno.

Con il reddito riportato (comunque molto basso) dovrà attendere i 65 anni per essere esente... Il calcolo è abbastanza semplice.
Citazione
 
 
-1 #26 tommaso 2012-02-28 12:59
Non ho capito,la differenza fra cod.03 e 04.
IO pensionato,ho 59 anni ,moglie ,4 figli a carico e un reddito
di 14850,00€,ci rientro?
grazie
Citazione
 
 
0 #25 rodolfo 2012-02-25 09:43
Mi chiedo se il titolare di partita iva che chiude l'attivita' puo' essere considerato disoccupato ai fini dell'esenzione del ticket.
Citazione
 
 
0 #24 mely65 2012-02-14 15:48
Complimenti a chi ha "studiato" queste nuove norme!!! Così una famiglia di 4 persone con un reddito di 15.000 euro l'anno non ha diritto all'esenzione se il capofamiglia risulta occupato e paga le tasse. Se invece nella stessa tipologia di famiglia il capofamiglia risulta disoccupato, quando invece magari lavora, l'intero nucleo familiare ha diritto all'esenzione ...
Citazione
 
 
0 #23 Ale 2012-02-11 10:22
Citazione ROSSy:
FATEMI CAPIRE, MIO MARITO LAVORA HA UN REDDITO DI 10.244.00 CON MOGLIE DISOCCUPATA E 2 FIGLI A CARICO DI CUI UNO HA FINITO GLI STUDI ED E' IN CERCA DI LAVORO. SIAMO ESENTI O NO

Come puoi leggere la normativa parla di "disoccupati" con reddito inferiore a a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Pertanto chi non risulta disoccupato (ha perso un precedente lavoro) non può chiedere esenzione per reddito. Nel caso di un componente del nucleo familiare che lavora, gli altri saranno a suo carico e seppure il reddito è inferiore alla quota minima del disoccupato, non si può chiedere l'esenzione per reddito.

Purtroppo l'esenzione con reddito bassissimo è richiesta da tantissimi lavoratori autonomi evasori, che riescono a dichiarare meno di 10.000 Euro a fronte di case e auto di lusso. Questa è la condizione in cui ci siamo ritrovati dopo anni di demonizzazione di chi voleva far pagare le tasse a tutti, in particolare a chi evade.

La crisi c'è, altro che ristoranti pieni, e pagano sempre i veri poveri. Tutti pensiamo che è una vergogna, ma forse non ci rendiamo conto che non ci sono più soldi e che bisognerebbe tagliare spese militari, sprechi della politica, ed azzerare la corruzione.

Fino ad alcuni mesi fa non si poteva parlare di crisi, e di lotta alla corruzione nemmeno ora.
Citazione
 
 
+1 #22 gino2 2012-02-10 18:22
Citazione yvonne:
nessuno ha saputo rispondere alla domanda:
chi non rientra nelle quattro categorie E01,E02,E03,E04 ex
titolare di Isee dove è stato collocato?
per favore dateci un chiarimento certo. grazie

Non saprei dire dove sia stato precisamente collocato... ma sicuramente chi non rientra deve pagare il ticket se non esente per altro motivo.
Citazione
 
 
0 #21 yvonne 2012-02-10 11:05
nessuno ha saputo rispondere alla domanda:
chi non rientra nelle quattro categorie E01,E02,E03,E04 ex
titolare di Isee dove è stato collocato?

per favore dateci un chiarimento certo. grazie
Citazione
 
 
0 #20 ROSSy 2012-02-10 10:54
FATEMI CAPIRE, MIO MARITO LAVORA HA UN REDDITO DI 10.244.00 CON MOGLIE DISOCCUPATA E 2 FIGLI A CARICO DI CUI UNO HA FINITO GLI STUDI ED E' IN CERCA DI LAVORO. SIAMO ESENTI O NO E SE NO BRAVISSIMO A CHI HA PENSATO A QUESTA LEGGE, FAVORISCE IL 1° LAVORO IN NERO E POI SE IL REDDITO NON SI SUPERA CHE DIFFERENZA FA SE SEI DISOCCUPATO O NO????
QUALCUNO PER FAVORE MI DELUCIDI.
Citazione
 
 
0 #19 Ale 2012-02-07 17:20
Citazione Giulia:
Salve, io purtroppo non ero a conoscenza di questa legge.. e giorno 26 ho avuto una visita e credendo di essere ancora esente non ho pagato il ticket...e ho firmato il foglio dell'esenzione.. c'è qualcosa che posso farE? qualche rettifica?

Semplicemente: richiedere l’annullamento dell’autocertif icazione rilasciata e pagando il ticket dovuto per le prestazioni fruite in regime di esenzione.

Se l'azienda pone difficoltà presenta la domanda (in carta semplice) della volontà di pagare, conservando la ricevuta del protocollo oppure invia la richiesta con PEC.
Citazione
 

This content has been locked. You can no longer post any comment.
Articolo archiviato, non è più possibile inserire commenti.

You are here