Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sicilia: sanità privata deve restituire i soldi in più percepiti

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Le tariffe sulle quali basare i rimborsi delle prestazioni sono quelle determinate dal decreto Lagalla (del 28 settembre 2007). Le somme in più percepite vanno restituite. Per la regione complessivamente equivale ad un risparmio di qualche milione di euro. 

L’assessorato alla Salute regionale, Lucia Borsellino ha già ordinato alle aziende sanitarie provinciali di procedere al recupero nei confronti delle strutture specialistiche delle eventuali maggiori somme erogate. Ma le strutture sanitarie private alzano le barricate, per bocca di alcuni politici parlano di tracollo. Sappiamo bene che i politici difendono privilegi. In realtà si tratta di qualche decina di migliaia di euro per ciascuna struttura, per quello che guadagnano si avrà un'incidenza minima.

E' un contenzioso che dura da oltre 5 anni, con vari ricorsi. Dopo il decreto di sospensiva del Tar, con cui i privati avevano bloccato tutto, i giudici, in diversi gradi di giudizio, hanno sempre deciso di riggettare il ricorso. E' naturale che la somma in più percepita deve essere restituita.

Ma siamo in campagna elettorale e figuriamoci se i politici non raccolgono le lamentele di tanti potenti elettori. Così dicono che queste somme possono  mettere in ginocchio la sanità privata... "Un decreto – ha detto Caputo – con effetti devastanti per le strutture specialistiche perché potrebbero essere messe sull’orlo del fallimento."

In verità le strutture private spesso non pagano gli stipendi con regolarità ai dipendenti, non rispettano rigorosamente tutte le normative sulla sicurezza, ricevono soldi per  prestazioni e ricoveri impropri non controllati. Mentre  la spesa nel settore pubblico diminuisce, cresce per la sanità privata, che evidentemente gode di privilegi.

I privati hanno interesse a fare utili, così si concentrano sulle attività che consentono i maggiori rimborsi dalle regioni: si pensi alle attività in chirurgia, trapianti, ortopedia, riabilitazioni e geriatrie. Quando c'è l'emergenza si corre all'ospedale pubblico.

Gli interessi economici che si toccano nella sanità privata sono enormi e le cronache quotidiane, riportate dai mass media nelle varie regioni, derivanti dagli accreditamenti e guadagni facili, sono la dimostrazione di un giro vorticoso,  immorale ed inaccettabile, perchè si paga sempre con denaro pubblico.
You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn