Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sclerosi multipla: i fatti

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 
Sclerosi multipla  è la più comune malattia neurologica negli adulti. Il maggior numero di casi sono diagnosticati tra i 30 ei 40 anni di età ed è più comune tra le donne rispetto agli uomini.

Le sue cause sono ancora sconosciute, anche se ci sono tanti suggerimenti, che vanno da anomalie del metabolismo del rame alla radiazione cosmica.


[shared salute Sicilia]

Epidemiologia della SM

Tuttavia, studi clinici ed epidemiologici suggeriscono fortemente l'influenza della genetica, l'ambiente e la posizione geografica.

La voluminosa letteratura che ha la pretesa di dimostrare che la SM è una malattia mediata immunologicamente, non è riuscita a essere supportata da rigore scientifico. Ancora un'altra ipotesi è apparsa all'orizzonte per spiegare SM, nota come insufficienza cronica cerebro-spinale o venoso CCSVI. Come vedremo, anche questo chiaramente non è riuscita a convincere.

Ci sono prove che dimostrano  che quando una persona migra da una zona ad alto rischio, quali la Scozia, in una zona a basso rischio come il Sud Africa, la probabilità di sviluppare la malattia è significativamente correlata con l'età al momento della migrazione. Questo modello si trova anche inversamente con la migrazione nella direzione opposta. C'è una curiosa relazione con la latitudine, in che MS è più diffuso nell'emisfero settentrionale, con un'incidenza crescente quanto più ci si sposta dall'equatore.

Anche se ci sono chiaramente le differenze nella suscettibilità tra le razze, i risultati degli studi epidemiologici non sono spiegabili. La probabilità di sviluppare la SM aumenta significativamente se uno ha un parente di primo grado con la malattia. Il tasso di concordanza nei gemelli monozigoti è del 35 per cento, che conferma anche un'influenza genetica, ma lascia aperte molte questioni. Sofisticate analisi genetica moderna non sono riusciti a dimostrare un preciso anomalia genetica. A tutt'oggi non esiste una cura confermata, o qualsiasi altro trattamento significativo che è più efficace del placebo.

Nella SM la permeabilità dei capillari cerebrali è aumentata, come dimostrato da studi su materiali post-mortem e le tecniche di neuroimaging. Questo fenomeno si chiama rottura della barriera emato-encefalica (BBB) ​​e sembra essere parte integrante del processo patologico. Se questa barriera è compromessa, da una varietà di altre condizioni patologiche, in un paziente con gli attuali Stati membri, è stato dimostrato che nuove lesioni fresco avverrà in questo sito nel cervello. Non c'è un collegamento che si è dimostrato tra i difetti barriera emato-encefalica e CCSVI.

Ipotesi autoimmune o fiction 

La sclerosi multipla è indicato nella maggior parte dei libri di testo e giornali come una malattia autoimmune, il che significa che il sistema immunitario del corpo, è diretta contro componenti del cervello putativo. Ma questa ipotesi è corretta, basata su una interpretazione errata di studi istologici e di confronto della malattia ad un modello animale.

L'ipotesi autoimmune ha permesso a ricercatori e aziende farmaceutiche di utilizzare e testare immunomodulanti potente e agenti immunosoppressivi come terapia. Purtroppo, tali sperimentazioni persistono nonostante riconosciuto morbilità e mortalità tra i pazienti.

Una rassegna di articoli pubblicati nel corso di 60 anni in una delle principali riviste del mondo della medicina dimostra che molti articoli di ricerca affermano che essa ha una base immunologica. Ma, ahimè, non una di queste affermazioni è stata confermata, nonostante editoriali incandescente al momento della pubblicazione.

CCSVI

L'ultima ipotesi riguarda il ruolo della condizione di cui sopra, cronica insufficienza venosa cerebro-spinale (CCSVI). I sostenitori di CCSVI sostengono che vi sia una anomalia nel drenaggio venoso dal cervello. Alcuni affermano che tale condizione si pone come risultato di sclerosi multipla, mentre altri propongono che si tratta di una anomalia dello sviluppo.

Quelli convinti della sua esistenza credono che la manipolazione può migliorare la sclerosi multipla clinicamente. Altri sostengono che sia statisticamente anomalo in pazienti con SM, ma anche in individui sani. Ulteriori studi hanno dimostrato che si verifica anche in pazienti sani senza alcuna evidenza di sclerosi multipla, ancora altri gruppi lo hanno trovato non in pazienti con sclerosi multipla, ma con altri condizioni neurologiche.

C'è un tale groviglio di polemiche e sostenitori attorno al CCSVI che è diventato impossibile chiarire ciò che è. Un'altra considerazione spesso trascurato è il costo finanziario per il paziente.

La prospettiva di una cura o un trattamento ha un fascino enorme e solleva, come in questo caso, le speranze e le aspirazioni dei pazienti. Purtroppo, la supposizione che CCSVI causa sclerosi multipla è ancora un altro esempio di speranza infranta sugli scogli della realtà.

Peter Behan è professore emerito di Neurologia presso l'Università di Glasgow. Hutchinson Simone è Assistente di ricerca all'Università di Glasgow Caledonian. (Da: The telegraph)

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn