Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Erbe medicinali: direttiva europea contestata

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

erbe-medicinaliLa direttiva europea 24/2004CE sulle erbe medicinali è entrata in vigore l'1/5/2011.

Per le erbe medicinale corrispondono determinati criteri da rispettare che rischiano di limitare molto l'uso dei rimedi naturali attualmente funzionanti.

Salute Sicilia

Tutti i medicinali necessitano di un’autorizzazione per la messa in commercio, le erbe medicinali naturali non possono costituire eccezione. Il periodo di “stasi” della legge, nel quale le società dovevano mettersi in regola è finito. Se il farmaco naturale non ha approvazione comunitaria, non può essere più venduto.

Nello specifico ad essere colpite dalla direttiva sono quei farmaci naturali che intendono fare concorrenza ai farmaci tradizionali. Infatti le disposizioni della direttiva non si applicano alle erbe utilizzate con finalità salutistico-fisiologiche, ma esclusivamente per quelle con finalità terapeutiche.

La Direttiva europea 2004/24/CE in linea teorica si propone di favorire una speciale procedura semplificata per la registrazione dei medicinali vegetali tradizionali in modo da armonizzare a livello comunitario le differenze esistenti tra le disposizioni degli stati membri. In pratica, però, considera le erbe medicinali "farmaci" e come tali bisogna che siano registrati quali prodotti da banco per bocca, contenenti estratti di piante che hanno superato i controlli di qualità e sicurezza e per i quali non sono richiesti studi chimici di efficacia.

La legge non vieterà la vendita di prodotti natuali, solo che essi dovranno avere le stesse regole di laboratorio che hanno i farmaci.  In pratica la nuova direttiva europea impone barriere altissime a qualunque rimedio a base di erbe che non sia presente sul mercato da almeno 30 anni di cui 15 nell’Unione Europea!

L'allarme per la scomparsa di medicinali e integratori alimentari a base di estratti vegetali è stato amplificato da internet e dai numerosi blog. Persino la Commissione europea ha dovuto riconoscere che tali misure sono eccessive e che restringeranno inevitabilmente la libertà di scelta dei consumatori, tuttavia non ha fatto niente per modificarla. Così l’organizzazione non governativa Avaaz.org ha organizzato una raccolta firme online per arrivare ad un milione di segnalazioni e richiere la sospensione delle misure draconiane contro le erbe medicinali. Ci sta riuscendo.

Nonostante una regolamentazione sia necessaria, sembra del tutto evidente che le misure siano state dettate da interessi di parte delle case farmaceutiche. Si è così aperta una battaglia aspra, il cui fine ultimo è la spartizione dei proventi del placebo dimostratosi efficace, in qualche occasione, anche più di molti medicinali in commercio.

This content has been locked. You can no longer post any comment.
Articolo archiviato, non è più possibile inserire commenti.

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn