Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Aspartame: Report rivela i retroscena e rischi del dolcificante diffusissimo negli alimenti e bevande

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 11
ScarsoOttimo 

aspartame-RumsfeldL’inchiesta, attraverso la storia esemplare dell’additivo più utilizzato nell’alimentazione (l’aspartame, un dolcificante artificiale), mostra le debolezze di un sistema di controllo che non tutela adeguatamente la nostra salute!!

Report rivela un numero impressionante di irregolarità. Infatti le industrie, per inserire nell’alimentazione una nuova sostanza,  devono dimostrare a loro spese la sicurezza del prodotto finanziando le ricerche.

Un sistema che, tra conflitti di interesse e corruzione, "addolcisce"  la vita dell'industria a danno della salute dei consumatori.

Report è la trasmissione televisiva più autorevole e onesta della TV italiana che propone inchieste giornalistiche di altissimo valore, trasmesse da Rai 3 e condotta da Milena Gabanelli. Ecco il link dove poter leggere e visionare la puntata di Report di Sabrina Giannini sull'aspartame: dolce è la vita.

L'aspartame è un edulcorante, dolcificante ed esaltatore di sapidità artificiale. È composto da due amminoacidi, l'acido aspartico e la fenilalanina, e l'estremità carbossilica della fenilalanina è esterificata con il metanolo.

All'interno del corpo il metanolo si trasforma in acido formico ed in formaldeide. La formaldeide è una neurotossina mortale. Una valutazione dell'EPA (Enviromental Protection Agency - Agenzia per la protezione ambientale - USA) sul metanolo dichiara che il metanolo "viene considerato un veleno ad accumulo, grazie al bassissimo tasso di escrezione una volta assorbito. Nel corpo, il metanolo viene ossidato in formaldeide ed in acido formico; entrambi questi metaboliti sono tossici." I ricercatori dell'EPA raccomandano un limite massimo di consumo di 7,8 mg al giorno. Un litro di bevanda dolcificata con aspartame contiene circa 56 mg di metanolo. La formaldeide è un micidiale agente cancerogeno ben conosciuto, causa danni alla retina e interferisce con la riproduzione del DNA.

L'aspartame pur avendo la stessa quantità di calorie dello zucchero ha un potere dolcificante di circa 200 volte maggiore, motivo per cui basta utilizzare piccole quantità per dolcificare cibi e bevande. L'aspartame, come altri prodotti dolcificanti quali ciclamato e saccarina, vengono utilizzati e spesso raccomandati per chi soffre di diabete e per le persone che vogliono ridurre l'apporto di calorie nella dieta.

Gli effetti deleteri dell'aspartame erano stati più volte segnalati, ma il potere delle industrie alimentari è riuscita a sottacerli in tutto il mondo. L' aspartame non è stato approvato per l'utilizzo negli alimenti fino al 1981. Per oltre otto anni la FDA (Food and Drug Administration - Amministrazione degli Alimenti e dei Medicinali) ha rifiutato di approvare l'uso dell'aspartame a causa delle convulsioni e dei tumori al cervello che questa sostanza ha provocato negli animali da laboratorio. L'FDA ha continuato a rifiutare di approvarlo fino a che il presidente Reagan non prendesse la carica (era molto amico della G. D. Searle - adesso Monsanto) e licenziasse il commissario della FDA che aveva negato l'approvazione dell'aspartame.

L'aspartame causa danni "lenti e silenziosi" in tutte quelle persone che sono così sfortunate da non avere reazioni immediate e che non hanno quindi un motivo per evitarlo. Potrebbero volerci una, cinque, dieci, quarant'anni, ma alla lunga si manifesteranno gravi problemi (alcuni reversibili e altri no) per tutte quelle persone che ne fanno uso abituale.

Queste sono le possibili reazioni e gli effetti collaterali:

- dolori addominali
- attacchi d'ansia
- artrite
- asma
- reazioni asmatiche
- rigonfiamento, edema (ritenzione dei liquidi)
- problemi riguardanti il livello dello zucchero presente nel sangue (Ipoglicemia o Iperglicemia)
- cancro al cervello (studi animali effettuati prima dell'approvazione)
- difficoltà respiratorie
- bruciore degli occhi e della gola
- bruciore nell'urinare
- difficoltà del pensiero logico
- dolore alla cassa toracica
- tosse cronica
- affaticamento cronico
- stato confusionale
- morte
- depressione
- diarrea
- capogiri
- eccessiva sete o fame
- affaticamento
- distorsione della realtà
- arrossamento del viso
- perdita dei capelli (calvizie) oppure assottigliamento dei capelli
- mal di testa/emicrania, capogiri
- perdita della capacità uditiva
- palpitazioni
- orticaria
- ipertensione (pressione alta)
- impotenza e altri problemi sessuali
- scarsa concentrazione
- predisposizione alle infezioni
- insonnia
- irritabilità
- pruriti
- dolore delle giunture
- laringite
- annebbiamento del pensiero
- accentuato cambio della personalità
- perdita della memoria
- problemi e cambio del ciclo mestruale
- spasmi muscolari
- nausea e vomito
- formicolio e intorpidimento delle estremità
- reazioni allergiche e simili
- attacchi di panico
- fobie
- riduzione della memoria
- aumento del battito cardiaco
- reazioni cutanee
- convulsioni
- difficoltà di pronuncia
- dolori nel deglutire
- tachicardia
- tremori
- Tinnitus
- Vertigini
- perdita della vista
- aumento di peso

L'aspartame peggiora o imita i sintomi delle seguenti malattie:

- Fibromialgia
- Artrite
- Sclerosi multipla
- Morbo di Parkinson
- Lupus
- Sensibilizzazione verso molti agenti chimici
- Diabete e complicazioni diabetiche
- Epilessia
- Morbo di Alzheimer
- Difetti di nascita
- Sindrome da affaticamento cronico
- Linfoma
- Malattia di Lyme
- Problemi di concentrazione
- Attacchi di panico
- Depressione e altri problemi psicologici

L'aspartame dovrebbe essere immediatamente ritirato dal mercato, ma le lobby riescono ancora a smentire qualsiasi inchiesta e sperimentazione scientifica, persino quella dell'autorevole Fondazione Europea Ramazzini (di cui se ne parla nel vidio di Report sopra riportato). Invece per tutte le autorità sanitarie mondiali hanno avuto un peso preponderante le ricerche controverse, basate su procedure aberranti, ma considerate comunque adeguate per certificare la sicurezza di questo dolcificante.

La commissione che nel 1982 per conto del nostro Ministero della Salute considerò affidabili quegli studi nonostante le evidenti irregolarità, per altro messe in evidenza nella relazione che il Ministero forse non ha più, ma che qualcun altro aveva notato e archiviato. Eppure la relazione era fatta da uno dei più autorevoli e indipendenti oncologi che il nostro Paese ricordi: Cesare Maltoni.  (da laleva e documenti Report)

Il consiglio più sincero che si può dare è smettere subito di acquistare alimenti che contengono aspartame e altri edulcoranti o dolcificanti chimici. Ma, essendo questi dolcificanti contenuti in moltissimi prodotti, l'aternativa possibile è ridurre drasticamente il consumo escludendo i prodotti che lo contengono.

L’aspartame è utilizzato per dolcificare vari prodotti alimentari come bevande (bevande light pericolose), prodotti di pasticceria e confetteria, gomme da masticare, prodotti a basso tenore calorico e dietetici, nonché come edulcorante da tavola. I consumatori possono individuare i prodotti contenenti aspartame leggendo la lista degli ingredienti sull’etichetta del prodotto stesso. Come tutti gli additivi alimentari all’aspartame è stato assegnato un “E+numero” in seguito alla sua autorizzazione. La sua presenza nei cibi può essere indicata con il nome (aspartame) o con il numero corrispondente E-951.

This content has been locked. You can no longer post any comment.
Articolo archiviato, non è più possibile inserire commenti.

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn