Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Prove generali di pandemia

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

maialinoForse questa influenza A/h1n1 è stata utilizzata quale prova generale per raccogliere dati dei comportamenti, per capire come affrontare una vera pandemia.

Vista la virulenza del virus A/H1N1, si può solo parlare di prove generali. Giocano, a livello mondiale, con la gente e non ci dicono a che gioco stiamo giocando.

Le prove in Italia sono fallimentari, ricoveri inutili, protocolli di ricovero differenziati per regione e per ospedale, alcuni medici impreparati, informazioni errate, infatti ormai tutti sopravvalutano il lavaggio delle mani.

Anche nelle scuole si agisce in modo differenziato: ieri nei cancelli dell’istituto albeghiero Piazza – di corso dei Milla, a Palermo – è apparso un cartello in cui si annunciava che la scuola rimarrà chiusa fino a lunedì per “motivi di disinfezione”. Fra i docenti, e nei social network frequentati dai più giovani, è però subito circolata la notizia. Una ragazza di quinta ha il virus A/H1N1. A confermarlo – come riporta l’edizione locale di “Repubblica” – un infettivogo dell’Asp 6. Ed è il primo caso accertato di influenza A in una scuola palermitana.

Stamattina, a scuola, è stata convocata una riunione, alla quale partecipano anche autorità sanitarie, per decidere il da farsi.

E' tutto aleatorio. Le istituzioni rivelano che non hanno alcuna credibilità e quel poco che potrebbero avere la gettano via. A che serve disinfestare la scuola quando il virus, fuori dall'organismo muore dopo poche ore. Perchè mentire? Raccontare frottole accresce la preoccupazione e sotterra la fiducia.

L'influenza A/H1N1 in molti casi è quasi innocua, il tasso di mortalità inferiore alla normale influenza, non c'è motivo nemmeno di vaccinarsi se non per paura (suscitata dalla TV) o problemi di salute che possono complicarsi.

La supposta pandemia ha dimostrato che abbiamo consegnato la salute e la sicurezza nelle mani di incompetenti. Per fortuna è una prova generale, ma ha dimostrato che il nostro sistema non funziona. In Italia si è stimato che ci sono circa 90 morti al giorno per malasanità, anche se i dati sono imprecisi e oscillano fra i 14 mila (secondo l'Associazione degli anestesisti) e i 50 mila decessi (secondo Assinform, editore di riviste specializzate nel settore del rischio nel campo della sanità) ogni anno solo nel nostro Paese: il 50% si sarebbe potuto evitare. Inoltre 320 mila persone subiscono un danno, con un costo pari all'1% del Pil, ben dieci miliardi di euro l'anno.

Mi preoccuperei più del ricovero in ospedale che dell'influenza!

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn