Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

I rischi del vaccino influenza A-h1n1 (suina)

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 21
ScarsoOttimo 

Tutti i vaccini presentano dei rischi, ma prima di renderli disponibili, di regola, vengono ben sperimentati in modo che i benefici risultino certamente maggiori dei rischi. La sperimentazione per il vaccino contro l'influenza A-h1n1, come più volte riportato anche in questo sito, non è stata eseguita a sufficienza. Ecco perchè alcuni parlano di vaccino assassino!

Purtroppo arrivano le sorprese di cui le TV non parlano: Dagens Nyheter riporta che un quarto caso di morte causato dai vaccini contro l'influenza suina si è verificato in Svezia.

Lo aveva già scritto ieri Anna Lo Presti: "4 donne svedesi che, in quanto infermiere, rientravano nelle categorie a rischio indicate dai governi e si sono sottoposte a vaccinazione usando il farmaco Pandemrix della GlaxoSmithKline, un preparato contenente mercurio e squalene."

vaccino_novartisMa la notizia più fastidiosa è l'informazioni addomesticata, grandi titoloni per i morti dovuti (probabilmente) al virus h1n1, che faranno crescere l'ansia e la richiesta di vaccino, oblio per morti di cui si sospetta lo stesso vaccino che avrebbe dovuto salvare...

La quarta vittima svedese è una donna 90 anni, è morta pochi giorni dopo avere ricevuto il vaccino contro l'influenza suina Pandemrix. Questa è la quarta morte che si sospetta sia direttamente collegata al vaccino in questione, ovvero ai cosiddetti "pesanti effetti collaterali" del nuovo vaccino non testato e dei coadiuvanti che esso contiene. I livelli di squalene presente nei vaccini utilizzati in Svezia sono migliaia di volte maggiori di quelli utilizzati nei vaccini che hanno causato la Sindrome del Golfo che fino ad ora ha ucciso o danneggiato seriamente oltre 30.000 militari Statunitensi [almeno altri 120.000 hanno sviluppato sintomi meno severi, ed in complesso circa il 25 % dei militari statunitensi spediti in Iraq nel 1991 si sono ammalati - N.d.T.]

Le aziende produttrici dei vaccini sono consulenti dell'OMS per ciò che riguarda le dichiarazioni di pandemia. Le autorità svedesi hanno recentemente dovuto ammettere che che a causa dell'ancora segreto contratto con l'azienda produttrice del vaccino (GlaxoSmithKline) esse sono state in realtà obbligate a ordinare le dosi di vaccino.

Le autorità svedesi continuano ad affermare che la gente ricevente il vaccino è spesso già ammalata, che essi fanno parte dei cosiddetti "gruppi a rischio", con sistema immunitario indebolito.

Stranamente, le donne incinte in perfette condizioni di salute sono state inserite in questo gruppo. Non è stato ancora riportato nessun aborto dovuto al vaccino ma ci si aspetta che ve ne saranno [a giudicare dai molti casi di militari che hanno partecipato alla guerro del golfo i cui bimbi sono nati deformi o con orribili patologie congenite c'è da aspettarsi anche di peggio - N.d.T. ]. Le autorità rilasciano affermazioni secondo le quali le recenti morti non avrebbero nulla a che fare coi vaccini. "Questi individui avevano problemi di salute pre-esistenti, è solo una coincidenza che siano morti".

E' curioso vedere che quando qualcuno muore di influenza suina pur avendo pre-esistenti problemi di salute, egli viene presentato come morto da influenza suina - senza alcun dubbio. Ma se qualcuno muore dopo il vaccino ed aveva pre-esistenti problemi di salute, allora è morto a causa dei suoi pre-esistenti problemi di salute - senza alcun dubbio!

La questione delle responsabilità quando si verificano pesanti effetti collaterali inclusa la morte è ancora poco chiara. Le autorità svedesi hanno precedentemente affermato ufficialmente che non c'è nessuna immunità legale per le aziende produttrici dei vaccini ma dopo avere ricevuto una domanda diretta da parte nostra, esse hanno rimosso tale informazione dal loro sito web e non hanno più risposto alla nostra domanda. Il fatto che il parlamento europeo ha approvato leggi che forniscono immunità giuridica alle aziende produttrici dei vaccini non è stato riportato dai media (traduzione da: theflucase)

Ancora più curioso è sentire, solo adesso (30/10/2009), il vice ministro della salute Ferruccio Fazio nel corso di una conferenza stampa nella sede del dicastero: "Il virus dell'influenza A è 10 volte meno aggressivo dell'influenza stagionale". Sottolineando, ancora una volta "il carattere leggero di questa influenza, che sino ad oggi ha fatto 11 morti su 400 mila casi stimati, mentre lo scorso anno la stagionale ha fatto 8.000 morti su 4 milioni di casi''.

Dunque, precisa il vice ministro "l'incidenza dei casi di letalità dell'influenza A è dello 0,02 per mille, contro lo 0,2 per mille della stagionale".

Perchè allora consigliano un vaccino insicuro e tentano di convincere tutti a farlo???

In Italia per ora è disponibile il Focetria prodotto dalla Novartis (che contiene un adiuvante, cioè sostanza che ne potenzia l’efficacia, a base di squa­lene), ma secondo l’Aifa e il Consiglio Superiore di Sanità può essere usato nel secondo e nel terzo trimestre di gravidanza. La Swissmedic, l’autorità elvetica sui farmaci, invece ha deciso di non autorizzare, il Pan­dermrix, prodotto dalla Skf, per le donne in gravidanza, nei minori di 18 anni e ne­gli over 60. Il motivo è la presenza di un nuovo adiuvante (l’AS03, diverso da quel­lo del Focetria, ma entrambi contengono squalene). Il terzo vaccino autorizzato dal­l’Emea, l’ente europeo dei farmaci, è il Cel­vapan, della Baxter, che non ha adiuvan­ti, ma utilizza virus intero, metodo abbandonato perchè presenta molti effetti collaterali. (Fonti: revolution ed altri)

Vedi anche:

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn