Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Come riconoscere il melanoma

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

Il Melanoma è un tumore maligno della pelle, può originarsi, sia da nei pre-esistenti, oppure insorgere da cute sana. Il Melanoma è un tumore con un tasso di mortalità elevato, soprattutto quando scoperto nelle fasi avanzate. Per tale ragione, l'arma migliore per combattere questa neoplasia, è la prevenzione e la diagnosi precoce.

Epidemiologia

Il Melanoma  è una malattia che colpisce prevalentemente gli adulti, e le popolazioni di pelle chiara, ma occasionalmente può manifestarsi anche in bambini e adolescenti. Essenzialmente il melanoma è una malattia delle popolazioni bianche, e l’incidenza varia notevolmente, fino a 100 volte, da paese a paese. In assoluto il maggior numero di casi si registra in Australia, in particolare nel Queensland, una zona vicina all’equatore dove la popolazione è di origine nord-europea, il numero di nuovi casi ogni anno è pari a 40 per 100.000 abitanti.

Autodiagnosi nei

Per l’autoesame dei nei è essenziale seguire i consigli dalla A alla E:

  • A - asimmetria del neo che può essere un segnale di avvertimento.
  • B - bordi che dovrebbero essere regolari, senza code su di un lato o ondulazioni dall’altro.
  • C - Colore, i nei devono essere marroni. Se hanno più colori come il nero, rosso, bianco e blu nel mezzo potrebbe essere un segnale preoccupante.
  •  D - Diametro e dimensione: se la dimensione del neo è maggiore di una gomma da matita deve essere guardato con più attenzione.

Ogni variazione riguardante una delle caratteristiche abbinate alle lettere ABCDE, deve insospettire.

Esaminare se stessi dalla testa ai piedi significa guardare ovunque: compreso il cuoio capelluto, tra le dita delle mani e dei piedi: mani e piedi sono punti a rischio soprattutto per le persone con pelle scura.

Il melanoma si presenta come una zona della cute di colore più scuro che, all’inizio, non presenta ulcerazioni né procura dolore e, nel tipo più comune chiamato melanoma a diffusione superficiale, può avere fino a due-tre centimetri di diametro. Il melanoma nodulare, invece, si sviluppa più in profondità che in superficie ed è di norma di colore blu scuro. Descrizioni dettagliate hanno un valore limitato per i non specialisti. La regola è, secondo quanto stabilito già da tempo dall’American Cancer Societyche qualsiasi cambiamento di colore o forma di un neo o verruca,  deve insospettire e va sottoposta all’attenzione del dermatologo ed eventualmente a biopsia (asportazione del tessuto). L'indagine istologica è la sola che può escludere o confermare con certezza la presenza del melanoma, in una lesione sospetta.

Meritano comunque attenzione quei nei non rilevati sul piano cutaneo, che nel corso del tempo acquisiscono delle modifiche; ogni neo nuovo o che cambia aspetto, una semplice ma efficace regola da eseguire anche da soli, è quella dell'ABCDE

tumore-pelle

Quando si hanno dei dubbi è sempre opportuno rivolgersi al dermatologo che potrà effettuare oltre alla visita, degli esami strumentali, accurati ed immediati come l'osservazione dermatologica in epiluminescenza, o più accurata e non immediata come la videodermatoscopia digitalizzata, ma quest'ultima solo quando lo specialista la ritiene opportuna,  per i casi in cui bisogna memorizzare le immagini in alta definizione del neo, per raffrontarli in una osservazione successiva.

Vedi anche:

You are here
دانلود فیلم دانلود فیلم دانلود فیلم خرید vpn خرید کریو خرید کریو خرید vpn