Associazione Salute

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Statine: causano morte in allenamento

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

Exercising-man-looking-upLe statine sono in conflitto con una delle più importanti e salutari abitudini per il cuore: l’attività fisica. Quanto più ci si allena assumendo statine, tanto più è probabile subirne gli effetti mortali. Statine ed esercizio fisico, infatti, possono essere una combinazione letale.

Una delle cose migliori che potete fare per diminuire rischi cardiovascolari è l'esercizio fisico. Tuttavia, per le persone che assumono statine, l'esercizio fisico può essere assai pericoloso. Le statine sono note per avere effetti citotossici. Tali effetti tossici sono moltiplicati con l'esercizio, e possono portare persino alla morte. 

[vedi anche rassegna web ambiente e salute]

Le statine sono indicative della tendenza della medicina moderna a curare le persone che non hanno alcuna malattia. Vengono prescritte statine a persone senza alcun sintomo di problemi al cuore semplicemente perché hanno raggiunto una certa età o perché è stato rilevato un marker di rischio cardiovascolare a dispetto del fatto che la maggior parte delle persone che hanno subito un attacco di cuore non hanno avuto alcun marker di rischio della malattia, rendendo il suggerimento di causa-effetto, ovviamente, una sciocchezza.

Un recente studio pubblicato sul Journal of Applied Physiology ha documentato che i ratti a cui sono state somministrate le statine sono meno resistenti all’esercizio fisico. Gli animali sotto statine sottoposti a corsa su tapis roulant si sono stancati molto più rapidamente. Lo stress ossidativo, un forte indicatore di danno cellulare, è risultato essere maggiore del 60% nei ratti in osservazione. Essi non erano in grado di immagazzinare abbastanza glicogeno e carboidrati nei muscoli, che ha fortemente influito sulla capacità di esercizio. La funzione dei mitocondri, che producono energia in ogni cellula, è stata danneggiata, portando ad una diminuzione della produzione di energia del 25%.

Un altro studio pubblicato in Lipids in Health and Disease discute il caso di un uomo sano che era un corridore su pista. In seguito ai risultati di un esame del sangue di routine, è stato messo in cura con le statine. Ben presto ha cominciato ad accusare dolori muscolari. Il suo numero di globuli bianchi è salito, cosa che indica un danno ai tessuti. Nel momento in cui ha avuto un'influenza, i dolori muscolari erano più forti del solito e il tempo di recupero è stato più lungo.

Un punto che va considerato è che il danno muscolare da statine non sempre guarisce dopo l'interruzione dei farmaci. Può essere permanente. Pertanto, non si deve presumere che si può semplicemente smettere di prenderli se si sviluppano i problemi, perché potrebbe essere troppo tardi.

Le statine oltretutto, possono stressare le funzioni renali, portando ad un’insufficienza renale che può concludersi anche con la morte. Anche il sito ufficiale Lipitor (atorvastatin) riconosce questo rischio:

• LIPITOR può causare seri problemi muscolari che possono portare a problemi renali, tra cui insufficienza renale.

Il rischio di danno muscolare aumenta notevolmente, fino al 75%, quando gli atleti prendono le statine. Così, la cosa migliore che potete fare per prevenire le malattie cardiache, cioè l'esercizio fisico, potrebbe essere controproducente se si assume il farmaco che i cosiddetti esperti consigliano a chiunque abbia superato i 50 anni. Essi hanno anche suggerito di usare il farmaco come condimento distribuendolo anche nei fast food!

La vostra scelta non del Dottore

Troppe persone pensano che tutto ciò che i loro medici dicono equivalga a un ordine. Ma il fatto è che i medici non sono gli esperti che dichiarano di essere. Tendono a seguire la moda nei loro trattamenti e consigli:

• L'uso massiccio e improprio di antibiotici è una moda, e porta a nuove e più virulente malattie. L’Escherichia coli non era una malattia fino al 1983. Prima, non è mai stato altro che un batterio benigno di cui abbiamo bisogno che vive nel nostro tratto intestinale. Questo abuso è sempre stato di moda, anche in presenza di disturbi minori, gli antibiotici vengono prescritti “per sicurezza”.

• La terapia ormonale sostitutiva è una moda che è stata imposta a quasi tutte le donne che si avvicinavano alla menopausa. Il numero di donne che sono state uccise da tale moda non è stato ancora calcolato.

• Il trattamento di routine sui bambini che entrano in un ospedale in stato di shock è dare loro fluidi per via endovenosa, nonostante il fatto che esso non fornisca alcun vantaggio in questi casi e ne uccide letteralmente 3 su 100. Tale trattamento che non è mai stato esaminato e presume soltanto di essere utile, può essere solo chiamato moda.

Le statine sono una moda, sostenute solo dalla scienza spazzatura e non dalla ricerca. Quindi, tocca a te decidere cosa è meglio.

Puoi decidere di andare avanti con ciò che il tuo medico ti ordina, oppure puoi scegliere una visione olistica della salute. Puoi prendere le statine, con tutti i rischi che esse comportano e la loro quasi completa mancanza di benefici, oppure puoi intraprendere uno stile di vita più sano. Esercizio fisico. Segui una dieta sana*. Impara a gestire lo stress. Ricorda che la salute non proviene da una pillola, anche se i medici e le aziende farmaceutiche ne traggono profitto.

Infine, ricorda che l'unica persona che vive dentro la tua pelle sei tu. Nessun altro subirà le conseguenze delle tue decisioni.

*Anche se sono stati istruiti sulla nutrizione, visti i loro trascorsi su tutto ciò che è correlato alla salute, è difficile immaginare come i medici possano essere una buona fonte di informazioni sulla dieta e sulla nutrizione. Segui i loro consigli nutrizionali a tuo rischio.

Fonte: http://gaia-health.com/gaia-blog/2012-05-01/statins-cause-killer-workouts-literally/  - Tradotto da: "La Leva di Archimede"

This content has been locked. You can no longer post any comment.
Articolo archiviato, non è più possibile inserire commenti.

You are here